Dalle forme geometriche al gioco…

A “La Capriola-Studio di Psicomotricità” questa settimana con i gruppi di bimbi della scuola dell’infanzia abbiamo lavorato sul concetto di forma geometrica e poiché l’apprendimento passa attraverso l’esperienza i bambini sono stati liberi di sperimentare le forme attraverso il gioco. Ne sono scaturiti degli incontri davvero belli e divertenti in cui i bambini si sono cimentati nella categorizzazione, raggruppamento ad insieme, motricità fine, coordinazione oculo-manuale, memoria e attenzione.

Alcune immagini dei giochi elaborati dai bambini:

La psicomotricità educativa è adatta a tutti i bambini in quanto favorisce il loro percorso di crescita attraverso le giuste stimolazioni motorie, cognitive ed affettivo relazionali.

I corsi sono attivi tutto l’anno. Per partecipare potete contattare:

Studio di Psicomotricità “La Capriola”

 

 

Quando la psicomotricità è formazione

Nel mio lavoro di Psicomotricista, avendo colto l’ importanza della formazione professionale, ho sentito l’ esigenza di occuparmi dei giovani studenti di psicomotricità che si stanno formando, per questo ogni giorno mi confronto con riflessioni come: cosa significa formarsi, come avviene l’apprendimento, come posso io psicomotricista aiutare il tirocinante nel suo percorso di crescita?
Ecco, oggi riflettendo circa queste questioni ho pensato di condividere con voi un brillante e acuto pensiero di Donald Schön circa il PARADOSSO DELL’ APPRENDIMENTO: ” uno studente non può comprendere fin dall’inizio che cosa ha bisogno di apprendere, può apprenderlo solo educando se stesso, e può educare se stesso solo cominciando a fare ciò che ancora non comprende

20140323-151359.jpg